MAURO LIKAR DE BELLO JUDAICUS

MAURO LIKAR DE BELLO JUDAICO Quando è Hollywood a scrivere ed insegnare la Storia, accade un vero miracolo: le bugie degli sceneggiatori ebrei diventano la verità degli storici accademici. M. Likar Dopo la morte d’Adolf Hitler e la disfatta militare del III°Reich, costretto ad una resa senza condizioni che ha permesso agli “Alleati” di privare per decenni i cittadini tedeschi … Continua a leggere

MAURO LIKAR VOX VICTIS

Mauro Likar VOX VICTIS Dodici modeste Requisitorie in difesa d’una Germania Hitleriana sconfitta e denigrata. Prima Arringa. La Corte di Giustizia Internazionale, assisa a Norimberga ha gettato l’intera responsabilità del secondo conflitto mondiale sul popolo tedesco e sul suo capo: Adolf Hitler. Essa ha innovato, in materia di diritto internazionale, istituzionalizzando il cosiddetto “Crimine di Guerra”, il che ha permesso, … Continua a leggere

MAURO LIKAR GLI EBREI A VIENNA

          L’Austria Ebraica   Nel 1899 apparve un libro strabiliante, rimasto tuttavia pressoché ignoto: L Austria Ebraica, di F. Trocase, editata da A. Pierret, a Parigi. in esso troviamo scritto:   Gli Ebrei non erano nulla in Austria, prima del 1848. Attualmente, essi giocano nell’Impero degli Asburgo un ruolo dominante. È possibile dire, senza tema d’esagerazione … Continua a leggere

MAURO LIKAR un Libro Proibito di FERDINAND CÈLINE

MAURO LIKAR presenta   PASSI SCELTI DA   BAGATELLE PER UN MASSACRO   Un LIBRO PROIBITO di Ferdinand Céline   Nel 1937, nel suo Bagattelles pour un Massacre, tirato in 573 copie a  Parigi. per Les Editions Denöel, ed oggi reso praticamente introvabile da una accorta politica della sparizione editoriale, Ferdinand Céline, uno dei più grandi scrittori del ‘900, esponeva … Continua a leggere

MAURO LIKAR DA MORGENTHAU A NORIMBERGA

Mauro Likar   DA MORGENTHAU a NORIMBERGA ovvero Dal Genocidio tedesco all’Olocausto ebraico. una estensione creativa del testo di Maurice Bardèche.     Una Premessa: Maurice Bardèche nel suo “Norimberga o la Terra Promessa” poneva all’inizio del libro questa Epigrafe che metteva in evidenza un’atitudine Ebraica verso lo straniero: Salomone contò tutti gli stranieri che erano nel paese d’Israele e … Continua a leggere

MAURO LIKAR HITLER A VIENNA

    MAURO LIKAR HITLER A VIENNA   La Vienna dal 1908 al 1912, periodo in cui il giovane Hitler vi soggiorna, è una città di 2 milioni di abitanti, dei quali, circa la metà è costituita da immigrati che vi si sono stabiliti nell’ultimo ventennio; sulla scia di una lucrosa e frenetica industrializzazione. Alla svolta del secolo, Vienna è … Continua a leggere

MAURO LIKAR OLOCAUSTO NERO & CANDIDO COTONE

MAURO LIKAR   OLOCAUSTO NERO & CANDIDO COTONE IL VOLTO EBRAICO DELLO SCHIAVISMO.   OLOCAUSTO NERO Sull’industria cinematografica americana, ben lo sappiamo, domina la “Jewish Cabal”, o Cricca Ebraica, il cui lacrimoso impegno antirazzista ed antischiavista sono due paradigmi ferrei e categorici. L’intera produzione hollywoodiana, filmica e televisiva, si muove in questa precisa direzione. Ma del tanto biasimato traffico degli … Continua a leggere

MAURO LIKAR Presenta L’EBREO INTERNAZIONALE di HENRY FORD

L’EBREO INTERNAZIONALE DI HENRY  FORD.     1. Gli Ebrei, carattere e attività   Noi stiamo vivendo in un’epoca in cui il Giudaismo attira su di sè l’attenzione critica  del mondo intero. Durante la Grande Guerra il suo ingresso negli ambiti pi∙ scelti dei circoli finanziari, politici e sociali fu cos∞ generale e chiassoso che la sua posizione, il suo … Continua a leggere

MAURO LIKAR I TRUFFATORI DI VERSAILLES

MAURO LIKAR I TRUFFATORI DI VERSAILLES VERSAILLES “ Le circostanze che hanno reso inevitabili le due Guerre Mondiali, risalgono a molto tempo addietro. L’attentato di Sarajevo non è stato una semplice casualità: il frastuono di quegli spari ha solo fatto scoppiare la tempesta che da tempo minacciava l’Europa. Neanche la Seconda Guerra Mondiale è iniziata il 1° settembre del 1939, … Continua a leggere

MAURO LIKAR LA PSEUDO GUERRA DEL “DIRITTO”

    MAURO LIKAR La Pseudo guerra del diritto.   Nel 1914, Il “minuto divino” di Raymond Poincaré diventa un interminabile accucciarsi nel fango delle trincee; un Rannicchiarsi recalcitrante, che durerà quattro lunghi anni. I Russi non arrivano a Berlino per Ognissanti, e la piccola armata tedesca dell’Est sbaraglia Samsonov a Tannanberg, il 29 agosto 1914, ma, per l’incompetenza di … Continua a leggere